Torna la neve e promette di imbiancare soprattutto il Nord. Altri due giorni di fredda passione per il Paese, dove da stasera cominceranno ad addensarsi nuove nubi cariche di fiocchi. Secondo le previsioni di Meteolive.it, sarà il Nord-ovest il primo a essere visitato, con nevicate (foto by Infophoto) a partire da questo pomeriggio sulla Liguria e, nelle ore successive, anche sulla Lombardia e sulle pianure settentrionali. Va meglio al Sud, dove è atteso un rialzo delle temperature, accompagnato da qualche pioggia. Meglio conservare stivali e ombrello anche per domani: le nevicate continueranno, anche se con meno insistenza, fermandosi con tutta probabilità solo su Piemonte e Lombardia. Da sabato i fiocchi si trasformeranno in acqua e le temperature cominceranno a farsi un po’ più miti. Anche se pure il Natale si annuncia freddo e instabile come le ultime settimane.

Intanto, l’arrivo della neve sembra destinato a complicare la già difficile vita dei pendolari lombardi. La situazione resta difficile per chi deve prendere il treno per andare a lavorare o studiare a Milano. Il guasto al sistema informatico di Trenord non è stato ancora risolto e minaccia di creare problemi anche oggi, lasciando al freddo e al gelo sulle banchine delle stazioni regionali migliaia di persone. E mentre si aprono petizioni su Facebook e si raccolgono adesioni per la class action, arriva l’annuncio del nuovo sciopero indetto dal sindacato Orsa, che fermerà i suoi lavoratori Trenord dalle 3 di domenica 16 dicembre alle 2 di lunedì 17. Nessuna fascia oraria di garanzia prevista, visto che si tratta di un giorno festivo.