Il ponte sull’Albegna a Marsiliana, crollato il 12 novembre 2012

Si aggrava sempre di più la situazione nella provincia di Grosseto, pesantemente colpita dall’ondata di maltempo di questi giorni. Nella tarda serata del 12 novembre un ponte sul fiume Albegna, nella località Marsiliana (comune di Manciano), è crollato provocando la morte di tre persone. Si tratta di operai dell’Enel, due uomini e una donna, che si trovavano a bordo di un’auto di servizio. Non è ancora stato possibile recuperare i corpi. In precedenza nella stessa giornata era morto un anziano di 73 anni vicino a Capalbio (Chiarone), trovato senza vita nella propria auto. E’ poi giunta notizia di un ulteriore decesso, avvenuto nella serata di domenica 11 novembre. Un uomo  di 79 anni è morto d’infarto dopo essere sceso nella cantina allagata della propria abitazione, a Ronchi (Massa).

Le vie di comunicazione nella zona hanno dovuto subire parecchie interruzioni. La statale Aurelia resta chiusa ad Orbetello. Al Km 149,300 si è aperta una voragine di circa 7 metri. Allagata anche l’autostrada A1, chiusa tra Valdichiana e Fabro in direzione Roma e tra Orte e Chiusi in direzione Firenze. E’ stata anche interrotta la circolazione ferroviaria sulla dorsale tirrenica. Il paese di Albinia è sommerso ed isolato da una giornata.

L’esercito è stato impiegato in Toscana per unirsi ai soccorsi. Centinaia di residenti sono stati evacuati dalle loro case. Circa 2300 persone sono senza elettricità. Il sindaco di Massa, Roberto Pucci, ha lanciato un appello a chiunque voglia dare una mano, di presentarsi al Palazzo civico con stivali di gomma e pale. Il primo cittadino ha anche firmato un’ordinanza che vieta l’uso di acqua corrente per usi alimentari fino a venerdì 16, quando saranno disponibili gli esiti delle analisi da parte di Asl e Arpat.