Piove, città allagata. E’ ormai uno schema fisso. Dalla serata del 7 alla prima mattinata dell’8 luglio l’acqua è caduta con notevole intensità su Milano e diverse altre zone della Lombardia. Ma è soprattutto nel capoluogo, almeno per il momento, che i disagi sono più gravi. Per la seconda volta in quindici giorni il fiume Seveso è straripato. Dalla zona di Niguarda, gli allagamenti sono arrivati fino alla zona di Porta Nuova. Particolarmente colpito il quartiere Isola, dove è anche mancata l’energia elettrica. Non solo la circolazione è bloccata, ma in alcuni casi per i residenti è proprio impossibile uscire di casa. Vigili del fuoco, Protezione civile e polizia locale sono al lavoro per deviare il traffico dalle zone allagate e aspirare l’acqua tramite pompe idrovore. Si segnala in mattinata la chiusura della stazione Istria nella linea 5 della metropolitana e tre uscite della stazione Zara della M3.

Non è solo la Lombardia ad essere stata colpita dal maltempo. Si registrano danni anche in Veneto, in particolare nella provincia di Padova. La caduta di molti alberi ha provocato anche la momentanea interruzione della linea ferroviaria tra Venezia e Treviso. Nel Lazio, un forte temporale ha provocato l’interruzione della linea ferroviaria Roma-Viterbo.