La città di Milano nelle ultime ore è stata flagellata da due violenti temporali, il primo verificatosi la scorsa notte, che ha provocato una grandinata da record in zona Malpensa; il secondo, iniziato ieri sera poco dopo le ore 20, ovvero dopo la sconfitta della nazionale italiana con l’Uruguay, tra le altre cose ha pesantemente danneggiato la Stazione Centrale.

La fitta pioggia battente ha infatti allagata i corridoi di accesso ai treni e la stessa piazza centrale, rendendo così impossibile persino la partenza delle stesse carrozze, con conseguenti ritardi (in media 20-30 minuti).

Questa mattina le precipitazioni in città sono arrivate fino a un livello di 65mm: le strade assomigliano a fiumi in piena, il traffico è andato in tilt, dato che le automobili viaggiano a 10 km/h, e si teme che anche le metropolitane possano allagarsi, interrompendo il servizio di trasporto pubblico. La città si trova dunque in uno stato di allerta, e nel frattempo le temperature sono calate all’improvviso, con minime che si aggirano sui 15-17 gradi e massime intorno ai 22-23.

Foto: Twitter