Il maltempo imperversa sull’Italia. La penisola sta vivendo i giorni più freddi dell’inverno. Big Snow, una perturbazione ciclopica di origine atlantica, da ieri ha infatti portato neve a bassa quota in Sardegna e nelle regioni del Centro-Nord, mentre le regioni centromeridionali sono scosse da forti venti e nubifragi.

In Piemonte e Liguria le nevicate hanno provocato numerosi disagi alla circolazione ferroviaria. Trenitalia ha infatti cancellato numerose corse sulle linee Genova-Acqui terme, Savona-Torino e Savona-Alessandria a causa dell’allerta meteo diramata dalla Protezione Civile. in Emilia Romagna, una delle regioni più colpite dalla perturbazione, l’allerta meteo durerà 66 ore, fino a sabato mattina.

Mentre il Nord è sotto la neve, al Centro-Sud è la pioggia battente a creare disagi alla circolazione. A causa del maltempo il traffico nella capitale procede a rilento. Un nubifragio nelle prime ore del mattino ha causato allagamenti in città e in diverse località della provincia. Il torrente Vaccina, ingrossato dalle piogge, è esondato a Ladispoli.

Diversi automobilisti, rimasti bloccati nei veicoli sulle strade allagate, sono stati tratti in salvo dai pompieri. In Lazio la situazione è critica anche per la circolazione ferroviaria. Una frana caduta sui binari nei pressi della stazione di Manziana ha infatti provocato il deragliamento di un treno e causato l’interruzione della linea ferroviaria Fl3 Roma-Viterbo nel tratto tra Capranica e Bracciano. Il deragliamento fortunatamente non ha causato feriti. Il locomotore uscito dai binari era infatti di un treno vuoto diretto a Roma.

Le forti raffiche di vento e le piogge torrenziali stanno causando disagi anche nel viterbese, dove questa mattina è esondato il fiume Marta. Le acque del torrente uscito dagli argini hanno causato l’allagamento delle strade, entrando in alcune case. I Vigili del Fuoco hanno tratto in salvo tre persone bloccate dall’acqua e dal fango nelle abitazioni.

Non va meglio in Campania, dove la criticità idrogeologica resta elevata a causa dei violenti temporali e delle forti grandinate che infuriano da ieri. A Napoli il sorvegliato speciale è il fiume Calore. In viale Colli Aminei, nei pressi dell’ospedale, si è aperta una voragine. Numerose le buche e i cedimenti nelle strade cittadine che stanno mettendo a dura prova gli automobilisti napoletani.