UPDATE: il sindaco di Napoli Luigi De Magistris ha deciso di revocare l’ordinanza con cui era stato imposto il divieto di circolazione agli autoveicoli fino al prossimo 8 gennaio.

Il maltempo è finalmente arrivato per portare piogge e neve sull’Italia e con esse un po’ di tregua dalle polveri sottili e dallo smog che stanno rendendo la vita difficile nelle principali città della penisola. Ieri la pioggia ha colpito la città di Roma mentre i primi fiocchi di neve sono caduti su Milano. L’allerta smog, tuttavia, resta ancora alta e i livelli di criticità costringono a restare vigili, tant’è che diversi Comuni hanno deciso di mantenere attive le misure anti-inquinamento.

È il caso di Napoli, dove il divieto di circolazione scattato nella giornata di ieri, due gennaio, proseguirà fino al prossimo otto gennaio (qui tutti i dettagli sull’ordinanza firmata dal sindaco Luigi De Magistris). In Campania è alto anche l’allarme per rischio idrogeologico, che a partire dalla giornata di domenica si paleserà concretamente a causa delle perturbazioni attese sul versante tirrenico di Campania e Calabria.

Siccità e smog sembrano così essere finalmente diminuiti grazie al maltempo che sta colpendo l’Italia ma dovrà piovere ancora per qualche tempo e in quantità necessarie affinché l’allerta possa essere del tutto superata e si possa tornare a livello accettabili di normalità.

Il Comune di Napoli, proprio per questo motivo, non ha revocato il blocco della circolazione dei veicoli su tutto il proprio territorio e ha fatto sapere che nel corso del primo giorno di divieto sarebbero state almeno 328 le persone sanzionate per il mancato rispetto dello stesso.