Il maltempo sta funestando tutto il Nord in queste ore, ma è il Veneto la regione maggiormente colpita, sopratutto nelle zone montane e pedemontane, dove si rilevano situazioni di grave disagio.

La zona che circonda Vicenza è infatti interessata da frane, smottamenti e allagamenti: in particolare a Enego la frazione di Fossa di Sotto è stata travolta da un fiume di fango e detriti, che è arrivato persino a sradicare i pali dell’elettricità. Danni anche per le coltivazioni a causa della grandine e degli allagamenti.

Tantissimi gli interventi eseguiti dai vigili del fuoco in mattinata nelle province di Belluno, Treviso e Vicenza: a Cismon del Grappa si sta lavorando al recupero di un pullman bloccato in un sottopasso allagato; a Enego la strada è stata bloccata dai detriti depositatisi (danni da almeno 5 milioni di euro); pericolanti anche varie strade nei comuni di Bassano, Rossano, Zugliano, Schio, Cartigliano, Arsiero, Valli del Pasubio e Torre Belvicino.

A Recoaro invece si segnala la scomparsa di una persona dalla giornata di ieri.

L’assessore regionale alla protezione civile Gianpaolo Bottacin ha già affermato che il suo ufficio è pronto a richiedere lo stato di emergenza per far fronte alla difficile situazione: “Le nostre strutture stanno monitorando la situazione e raccogliendo tutti i documenti per la richiesta dello stato di emergenza”.