Schiaffi, strattoni violenti, insulti, tirate di capelli, testa battuta sul banco: vittime alcuni bambini tra 6 e 10 anni, alunni di una scuola elementare in provincia di Salerno, nel comune di Caselle in Pittari, al confine con la Basilicata. Chi li maltrattava? Due insegnanti. Le violenze sono state riprese da telecamere nascoste piazzate dai Carabinieri della compagnia di Sapri. I militari dell’Arma hanno arrestato (ai domiciliari) una maestra di 55 anni e denunciato e sospeso una di 59, su ordine del Gip di Lagonegro (Potenza), il cui Tribunale ha la competenza su quel comune. Nel video qui sotto sono documentate alcune di quelle violenze.

Le indagini sono state avviate dalla Procura in seguito ad alcune segnalazioni. Uno dei bambini, tornato a casa con alcuni lividi sul corpo, aveva raccontato ai genitori che a scuola c’era una maestra cattiva e violenta. Portato in ospedale, i medici avevano confermato lividi guaribili in tre giorni. I genitori si sono quindi rivolti ai Carabinieri (foto by InfoPhoto). Pochi giorni dopo, altri genitori avevano presentato esposti all’Arma. Da qui la decisione d’installare le telecamere.