Quando si è ammalato aveva appena 18 anni, era una giovane promessa del rugby in Australia, esattamente a Sidney. Non avrebbe mai potuto pensare che mangiare una lumaca gli avrebbe stravolto la sua vita fino a portarlo al decesso. Un vero e proprio incubo, un calvario che è terminato nel peggiore dei modi. Tutto è cominciato nel 2010 quando il 19enne, durante un pomeriggio tra amici, per scherzo, probabilmente per una sfida, ha ingerito una lumaca.

Da quel momento la sua vita è cambiata ed è cominciato un vero e proprio calvario. Quella lumaca, che lui ha accettato di mangiare per gioco, portava con sé un parassita che causa la meningite eosinofila.

Così un pomeriggio trascorso con gli amici si è trasformato in un incubo. Dopo aver ingerito la lumaca, infatti, è stato trasportato in ospedale dove è rimasto per oltre un anno a causa di 420 giorni di coma. Poi il miracolo: si è risvegliato anche se paralizzato.

Per anni ha sognato di poter tornare a camminare, a fare la vita di sempre. E, invece, non ce l’ha fatta e venerdì – a 29 anni – è morto. 10 anni di calvario, di battaglie. “Ti voglio bene” ha detto prima di morire alla madre che gli è sempre stata accanto.