Per il momento il risultato dei molteplici cortei che hanno occupato il centro di Roma sabato 24 novembre è dato da alcuni petardi e fumogeni lanciati sotto la sede del ministero della Giustizia da gente che inneggiava alla distruzione di Israele. E’ già qualcosa, rispetto alle scene da guerra civile dei giorni scorsi. Il resto delle manifestazioni organizzate per oggi nella capitale non ha fatto registrare incidenti. Sfilavano i Cobas e molti studenti. Ma non è stata solo Roma ad essere coinvolta nelle proteste di piazza. Diversi incidenti, seppure di bassa gravità, hanno coinvolto altre città italiane.

A Firenze la stazione ferroviaria di Santa Maria Novella è stata occupata per mezz’ora da un centinaio di giovani, i quali si sono seduti sul binario davanti ad un treno in partenza per Venezia. Poi hanno bloccato il traffico della zona e lanciato uova contro una banca.

Pisa 250 studenti hanno manifestato a fianco dei Cobas. Alcuni giovani hanno tentato di sfondare il blocco delle forze dell’ordine, poi ad una loro delegazione è stato permesso di appendere uno striscione in municipio. Altri hanno bruciato in piazza una bandiera del Pd.

A Napoli, un corteo unico ha raggiunto piazza del Plebiscito; era composto da Fiom, centri sociali, autonomi e studenti.

A Palermo numerosi giovani hanno occupato piazze e strade, lanciando petardi e fumogeni. Tirate anche uova contro la sede del Giornale di Sicilia, in una protesta generalizzata contro la stampa e il governo.

LINK UTILI:

Studenti #24n, cortei in tutta Italia. A Roma i Cobas verso il Senato

Arezzo #24n: “Vieni giù manifesta pure tu”. E l’assessore scende

Scontri Roma sciopero 14 novembre 2012: esplode la rabbia tra polizia e manifestanti

photo credit: GhostSwann via photopin cc