Nel contesto sociale attuale in cui si è costretti a dover contare anche i centesimi, l’aumento delle tariffe degli aliscafi e l’abolizione dei biglietti agevolati per i residenti, previste per i giorni festivi, hanno fatto infuriare gli abitanti di Capri e Anacapri che, nei giorni scorsi, hanno deciso di manifestare apertamente bloccando l’attracco delle imbarcazioni in arrivo nel porto della città

È stato infatti impedito l’attracco alla Snav e a tutte le altre imbarcazioni eccetto la Caremar, unica compagnia che non ha modificato le condizioni.

Ad appoggiare la manifestazione, non erano solo i cittadini, la anche le amministrazioni comunali e le associazioni di categoria, tra questi anche il ‘Forum dei giovani’ che ha inviato un documento al presidente della Regione, Stefano Caldoro, e all’assessore ai trasporti, Sergio Vetrella, ai quali si chiede un incontro urgente per revocare immediatamente gli aumenti e ripristinare le agevolazioni precedenti, oltre che un bando di gara europeo in grado di creare concorrenza tra le varie compagnie che navigano nel Golf.

I manifestanti spiegano che, nel caso in cui non fossero prese in considerazioni le richieste avanzate, loro sono pronti a proseguire la loro manifestazione.

Dal canto loro, le compagnie fanno sapere che, finché non sarà ripristinato l’equilibro, per questioni di sicurezza, i collegamenti saranno sospesi.