Un bimbo di 10 anni si trovava davanti alla sponda del Libo di Bongoforte a Mantova per un tuffo. Era lì con i suoi amichetti, in bici, ma qualcosa è andato storto: si è tuffato e non è più ritornato. Ad allertare i militari, infatti, sono stati i suoi genitori che non lo hanno visto ritornare a casa: così hanno chiamato gli altri due amici che si trovavano con lui nei pressi del Po. Come racconta la Gazzetta di Mantova, i due bambini – preoccupati da ciò che era accaduto all’amico – sono andati via e, una volta rientrati a casa, non hanno raccontato nulla ai genitori.

Bimbo scomparso nel Po, ricerche in corso

I vigili del fuoco lo hanno cercato per tutta la notte nel tratto di fiume a valle del ponte ferroviario: ricerche che sono già ricominciate stamattina. Sul posto anche gli operatori Tas 2 che effettueranno le ricerche con sistema di localizzazione Gps e cartografia oltre ai sommozzatori del comando dei vigili del fuoco di Milano.

Il fatto è avvenuto ieri pomeriggio intorno alle 4 quando il bimbo di 10 anni si trovava in compagnia di altri due amichetti, poi scappati via per la paura. Il ragazzino si è tuffato e poi è scomparso nel nulla. Il piccolo, che si chiama Ifred, vive con i genitori, entrambi di origine ghanese, a Romanore.