E’ durata soltanto un giorno la latitanza di Marcello Dell’Utri. L’ex senatore di Forza Italia e Pdl si era reso irreperibile a pochi giorni dalla sentenza in cui la sua condanna a sette anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa avrebbe potuto diventare definitiva ed esecutiva. Stamattina, alle 10:30, la polizia libanese lo ha arrestato a Beirut, in ottemperanza ad un mandato di cattura internazionale. A dare notizia dell’avvenuto arresto è stato il Ministro dell’Interno Angelino Alfano, che ha ovviamente preannunciato anche le procedure per l’estradizione.

Accusato di essere fuggito chissà dove, Dell’Utri aveva fatto sapere di non essersi dato alla latitanza bensì di essere andato all’estero per curarsi. Un’ipotesi poco plausibile, in quanto lo stesso Dell’Utri aveva apertamente dichiarato nel corso di una trasmissione radiofonica: “Se sono pronto al carcere? Col cavolo! Però psicologicamente sono pronto da una vita. Bisogna fare una borsa, metterci due libri e te ne vai“.