In occasione del “Cannabis Day” Marco Cappato, l’esponente dei Radicali che ha portato Dj Fabo in Svizzera, è stato identificato dalla polizia per aver piantato cannabis in piazza Duca d’Aosta a Milano. La Digos – che ha sequestrato anche alcuni dei semi distribuiti - “ha fatto correttamente il suo dovere”, ha precisato Cappato. “Ci scusiamo per aver occupato per un’ora le forze dell’ordine ma il nostro obiettivo è di liberarli in futuro da un inutile incarico perché si occupino di reprimere i veri crimini che danneggiano i cittadini” ha aggiunto.

E’ il Cannabis Day

Secondo Cappato siamo “nelle ultime settimane utili perché il Parlamento riprenda la discussione della legge sulla cannabis, altrimenti dovremo aspettare altri due o tre anni per farlo” visto che la legislatura sta per concludersi. “Non pretendiamo che il Parlamento sia d’accordo al 100% con noi ma pretendiamo un’assunzione di responsabilità” ha tuonato.

Cannabis, la confessione del sindaco Sala

Sulla manifestazione in programma a Lambrate, è intervenuto il sindaco Sala: “Va capito lo scopo del Festival e come si svolgerà. Certamente non si potranno consumare prodotti non leciti nel nostro Paese”. Infine si è lasciato andare ad una confessione, ammettendo di aver fumato almeno uno spinello in vita sua: “Sono stato giovane anche io, cerco sempre di essere sincero e lo avevo già detto in campagna elettorale”.