La donna immaginata da Maria Grazia Severi per il prossimo inverno è femminile ed elegante, capace di attingere dal passato vestendo comunque in maniera contemporanea.

La collezione autunno inverno 2013/14 gioca infatti sui contrasti, trovando un perfetto equilibrio tra tradizione e modernità.

Ricorrenti sono infatti i seventies flashback, con jaquard e damascati che realizzano un effetto visivo opulento. Spetta allora alle linee riportare ordine e compostezza, con le loro aderenze alla silhouette tra gonne skinny e pantaloni dal taglio sartoriale.

E se parola d’ordine è eleganza, must di sofisticatezza è il dress dalla forma a clessidra, per una forma innovativa e senusale.

A completare i diversi look spiccano i cappotti couture: linee ricercate per capispalla sofisticati.

Se il passato viene reinventato in chiave moderna, giocando così su evidenti contrasti, i colori completano l’opera.

Protagonista indiscusso rimane il black&white, ma non mancano sfumature di rosa polvere e di grigio che si perdono in stampe effetto Monet per bluse morbide e gonne appena sotto il ginocchio.

E ancora, viola e bruciati per print effetti Madras. Ma anche tocchi flashy di arancio in inserti di pelle per riscaldare l’altero nero.

Così Maria Grazia Severi immagina la donna di giorno, femminile e sicura, capace di osare con stampe e colori.

Per la sera invece la parola d’ordine è solo una: nero. Nero per il pizzo evergreen, nero per i ricami, nero per le trasparenze.

Il risultato? Abiti che vivono di grazia passionale.

Fedele a sè stessa, Maria Grazia Severi porta in scena una donna che in pochi dimenticheranno.