Quella che vogliamo raccontare oggi è una storia diversa.

Perché se tanti sono sempre i post che vi raccontano delle ultime tendenze, di nuove aperture e degli eventi glamour del momento, molte sono le case di moda che si impegnano anche in altro.

In questo mese di maggio che sta volgendo al termine, una menzione speciale spetta a Maria Grazia Severi.

La stilista è infatti scesa in prima linea per sostenere diverse iniziative in cui si chiedeva di metterci la faccia, oltre che i vestiti.

Solo qualche giorno fa infatti, Maria Grazia Severi ha presenziato alla sfilata che ha visto portare in scena dagli studenti dell’Istituto Galilei di Mirandola capi recuperati dal sisma che ha colpito l’Emilia lo scorso anno, oltre che loro nuove personali creazioni.

Il perchè di questa partecipazione? Per testimoniare la vicinanza del mondo della moda a una terra colpita duramente, ma non piegata.

E ancora, qualche giorno prima partecipava a Shopping Bag=Arte, manifestazione annuale che gioca sul recupero di buste per lo shopping capaci di divenire vere e proprie d’arte.

Così, per l’occasione, la stilista ha collaborato con l’artista Emidio Cocchi proponendo una shopping bag di diversi tessuti e materiali adoperati secondo le tecniche del mosaico e del collage.

Il ricavato delle vendita? Devoluto in beneficienza, ovviamente.

Forse questa notizia non desterà scalpore, perché nulla propone di nuovo. Ma la solidarietà è cosa rara e parlarne fa sempre bene.

Che la moda impegnata sia la nuova tendenza per le prossime stagioni?