Nuovo giorno, nuova vicenda della telenovela che vede come protagonisti i due marò ancora rinchiusi in carcere in India. Il tribunale speciale indiano, infatti, ha deciso di rinviare al prossimo 31 luglio l’udienza legata alla vicenda che vede Massimiliano Latorre e Salvatore Girone coinvolti in prima persona in questa intricata vicenza. I giudici, in sostanza, non hanno fatto altro che prendere atto della sospensione del procedimento penale decisa tre giorni fa dalla Corte Suprema. Ascoltate le parti e visionate le carte, il rinvio è stato deciso dal giudice Bharat Parashar.

Nell’udienza odierna, durata davvero pochi minuti, gli avvocati difensori di Latorre e Girone hanno consegnato la documentazione relativa al ricorso. Il giudice Parashar ha chiesto altri chiarimenti legati alla tempistica fissata dal tribunale indiano, il quale ha chiesto al governo e alla polizia investigativa Nia di presentare la loro posizione sul ricorso presentato dai marò e dai loro legali. Infine si è deciso per una nuova comparizione nelle prossime quattro settimane, ma nessuna data precisa è stata fissata.

LEGGI ANCHE

Marò India rinvio sentenza: si deciderà il 18 con l’accusa di terrorismo

Marò India: l’Italia alza la voce “Fateli tornare immediatamente in patria”

Marò India: ricorso accolto, processo sospeso