La relativa preoccupazione riguardo le condizioni di salute di Salvatore Girone, il marò ancora sotto la custodia dell’India – Massimiliano Latorre è ancora in Italia per curarsi da un attacco ischemico – e colpito dalla dengue – per chi non conosce questa malattia si tratta di quattro virus molto simili che vengono trasmessi agli esseri umani dalla puntura di zanzare che hanno prima punto una persona infetta – è fortunatamente rientrato. Salvatore Girone verrà dimesso oggi dall’ospedale di New Delhi in cui era stato ricoverato lo scorso 28 agosto.

La relativa preoccupazione sulle condizioni di salute del marò era determinata dal fatto che la dengue può essere pericolosa solo se degenera in febbre emorragica, una situazione che avviene in genere solo se chi è stato infetto non è in buona salute. In genere per curare questa malattia basta una corretta idratazione nella fase più critica di questo virus – che normalmente dura una settimana. Il fatto stesso che erano partiti due medici dall’Italia per curare il marò è stato considerato “normale” dalla Difesa “ogni volta che un nostro militare in missione all’estero ha problemi di salute, viene sempre raggiunto da sanitari italiani“.

Ieri intanto bisogna registrare anche l’arrivo nella capitale indiana dei genitori di Salvatore Girone – la moglie, Vania Ardito e i suoi due figli – Martina e Michele – erano già a New Delhi.