Una violenta polemica si è scatenata ieri su Twitter intorno al caso marò: protagonisti della litigata Maurizio Gasparri, da tempo molto attivo sul social network, e Luca Bizzarri, una delle due metà del duo comico Luca & Paolo.

A scatenare la discussione è stato un tweet di Gasparri che, riprendendo una vecchia immagine – evidentemente scoperta per caso sul web – in cui Bizzarri e Kessisoglu interpretano i due fucilieri di Marina Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, ha definito i due comici degli “imbecilli”.

Come ha spiegato eloquentemente Bizzarri su Facebook la foto fa parte di uno sketch presentato durante la trasmissione televisiva Giass, mandata in onda da Mediaset l’anno scorso, in cui i due si producevano in una presa in giro delle situazione paradossale in cui si sono ritrovati i due soldati dopo la morte dei pescatori indiani di cui sono attualmente accusati.

A onore del vero il siparietto riguardante i marò, per quanto ritratti in maniera caricaturale, prendeva in giro più gli sforzi deboli e inefficaci della politica per garantirne il ritorno in Italia che la coppia di militari. Questo il post scritto su Facebook da Bizzarri in seguito alla litigata con Gasparri:

Il signor Gasparri oggi era annoiato e ha deciso di fare un giro su Internet. Attirato da questa foto ha deciso, senza sapere di che si tratta, di darci degli imbecilli che prendono per il culo i maró. Non si è accorto, ma sicuramente perché non lo ha visto bella stella, che in quello sketch noi ci schieravamo dalla parte dei due soldati che, indipendentemente da quello che abbiano o non abbiano fatto, vengono usati come bandiera da chiunque sia a corto di argomenti. Per questo motivo lo sketch prende per i fondelli proprio quei politici che parlano a vanvera e poi non fanno nulla. Tranne blaterare su Twitter. Come ha fatto il Nostro, oggi.
P.s ‘sta roba è di un anno e mezzo fa, non gli sfugge niente, al Gasparrone.”

La lite, velocemente degenerata in una serie di insulti malcelati da entrambe le parti, è iniziata con la spiegazione dello sketch da parte di Bizzarri, che però Gasparri non ha voluto prendere in considerazione: “Non ha visto lo sketch, se no avrebbe capito che non erano i maró il bersaglio, ma i politici che parlano a vanvera. Tipo lui.” “Non ho visto e non parlo a vanvera come lei – risponde il politico – deduco sia l’interprete di cui non conosco il nome, mia lacuna,ma non grave.

Inevitabile la risposta di Bizzarri: “Cari @gasparripdl dare dell’imbecille a uno che non conosce senza aver visto che ha fatto non è lacuna, è arroganza. Si informi. Stia bene.” Così come la controrisposta di Gasparri: “@LucaBizzarri rispetti vicenda Marò. Si curi. Così starà bene. Per maggiore attenzione quando ho tempo vedrò chi è lei.

Nel frattempo è stata accolta la richiesta avanzata dall’Italia di arbitrato internazionale sul caso che sarà affidato al Tribunale internazionale del diritto del mare di Amburgo e alla Corte permanente di arbitrato.