Il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni annuncia la volontà di lanciare un referendum per l’autonomia.

“Domani in Giunta annuncerò la data del referendum per l’autonomia (della Lombardia ndr)”, queste le parole del presidente di Regione Lombardia, Roberto Maroni, parlando ai giornalisti a margine del Salone dello studente. “Oggi - ha concluso il presidente – sentirò il presidente Zaia e domani annuncerò la data. Devono partire le procedure, abbiamo già fatto la gara per il voto elettronico e il cronoprogramma è chiaro”. Obiettivo è fare il referendum per l’autonomia di Lombardia lo stesso giorno di quello per l’autonomia del Veneto, sottolinea Maroni.

Parole al miele da parte del segretario della Lega Nord Matteo Salvini, che dichiara: “Sono entusiasta, non vedo l’ora di votare lo stesso giorno in Lombardia e Veneto [...] Il mio sogno spiega il numero uno del Carroccio a Radio Padania – è quello di Gianfranco Miglio, l’unità nel rispetto delle diversità. Quindi il referendum è fantastico”.

Diverso il punto di vista del Movimento 5 Stelle. “Speriamo sia la volta buona – spiega il consigliere del M5S Dario Violi – per colpa di Maroni i lombardi hanno perso due anni per ottenere ciò che lo stesso Maroni e la Lega rivendicano, ma non fanno mai nulla per ottenere”. Dello stesso avviso Alessandro Alfieri del PD: ” Maroni vuole passare alla storia come il presidente della Lombardia che ha speso 46 milioni di euro per fare una cosa che si può fare gratis [...] Ci ripensi, non è con inutili iniziative di parte ma tenendo insieme il territorio lombardo che si possono ottenere risultati per i cittadini”.