L’attentatore della stazione di Marsiglia, che ha ucciso a coltellate due ragazze, ha un passato italiano. La segnalazione è arrivata dalle autorità francesi nella notte.

Il killer, Ahmed Hanaci, era sposato con una donna italiana di nome Ramona e ha vissuto ad Aprilia, in provincia di Latina, fino al 204. Poi la coppia si è separata e l’uomo ha deciso di trasferirsi in Francia.

Dopo la perquisizione dell’abitazione della casa della suocera, ora gli investigatori stanno cercando di capire se in questo periodo di tempo l’uomo è rientrato in Italia. Il tunisino, 30 anni, arriva in Italia nel 2006 dove vive di espedienti e compie diversi reati, dal furto allo spaccio. Hanaci sposa la compagna italiana nel 2008 e vivono insieme fino a tre anni fa. Il tunisino si trasferisce in Francia mentre la donna va a vivere in Nordafrica.

Le autorità per il momento escludono che Hanaci possa avere avuto contatti con i fondamentalisti quando viveva in Italia, ma è più probabile che si sia radicalizzato in un secondo momento, in Francia. Tuttavia ancora non è chiaro se il suo atto sia un comportamento indipendente oppure sia in qualche modo legato all’ISIS.

Amaq, agenzia di stampa semi-ufficiale dell’ISIS, ha rivendicato l’aggressione definendo l’uomo come un suo soldato, ma le autorità francesi ancora non vogliono confermare si sia trattato di atto terroristico.