La Maserati guidata da Giovanni Soldini stava tentando di vincere il record per la traversata Miami – New York quando ha dovuto rinunciare.

L’imbarcazione è arrivata a New York alle 7:50, 13:50 in Italia, di preciso presso il faro Ambrose Light, ma Soldini e la sua squadra non hanno voluto registrare il loro tempo presso il WSSR Council (World Sailing Speed Record Council) il maltempo incontrato proprio i giorni precedenti all’arrivo ha fatto registrare un tempo inferiori rispetto alle aspettative.

‘Abbiamo deciso di non registrare il record Miami-New York – ha spiegato Giovanni Soldini – pur non essendoci un time reference per i monoscafi, perché abbiamo fatto un tempo inferiore alle nostre aspettative, non degno di una barca veloce e performante come Maserati. Sapevamo di partire con condizioni meteo non ideali, ma non ci aspettavamo di trovare condizioni così sfavorevoli. Con Maserati possiamo fare molto ma molto meglio. Per questo aspetteremo il momento giusto per tentare nei prossimi giorni il record New York-Cape Lizard (UK) e, meteo permettendo, per ritentare il record delle 24 ore. Sarà dura ma possiamo farcela’.

Un’occasione dunque persa, peccato.

La Maserati era partita il 22 marzo alle ore 18:28:16 GMT.