«Essere italiani significa portare avanti quei valori di artigianalità e di manualità che caratterizzano il prodotto Made in Italy per il quale siamo famosi all’estero e che l’estero vuole e continua a chiedere a noi».

Queste le parole di Massimo Rebecchi, che lo scorso novembre si è spinto fino in Cina per inaugurare due nuove boutique.

Così Pechino, presso il Charter Shopping Mall, e Shenzen, presso il King Glory Plaza Shopping Mall, possono vantare due concept store portabandiera del Made in Italy.

In queste boutique è infatti possibile respirare il mood e l’anima delle collezioni di Massimo Rebecchi: uno stile unico, nato  da una forte integrazione tra tradizione e innovazione, attento alle tendenze moda, ai dettagli, ai tessuti ricercati, alla creazioni di capi dal forte appeal ma caratterizzati da grande facilità di utilizzo.

Questo anche grazie alla progettazione degli spazi, che ricalcano il concept dei monomarca della maison: così ecco che a predominare sono i toni del grigio piombo fusi al tortora e al grafite, creando un ambiente neutro in cui a risaltare sono le appenderie. E i capi che su queste sono esposti ovviamente.

Un motivo di orgoglio non solo per la maison ma anche per tutta la moda italiana, che di questi tempi vede il dilagare di produzioni Made in China.