Matteo Messina Denaro è l’unico capo mafia che non è ancora stato catturato dalle forze dell’ordine italiane. Ricercato dal ’93, è stato condannato a sei ergastoli anche per le stragi di Roma, Milano e Firenze; chiamato “U sicco” – poiché molto magro – appare, per la prima volta, in doppiopetto con la sigaretta in mano e gli occhiali a goccia, in una foto pubblicata in esclusiva dal quotidiano “La Repubblica”.

Matteo Messina Denaro, è caccia al capo mafia

Il governo Renzi ha deciso di mettere in campo persino l’Aisi, i servizi segreti, così da assicurare alla giustizia un uomo che è considerato l’erede di Totò Riina e il custode dei suoi segreti. Negli ultimi anni le forze dell’ordine hanno arrestato tutti gli uomini a lui vicini, sequestrando anche tre miliardi di euro a insospettabili prestanome, precisa il quotidiano La Repubblica. A dargli caccia due squadre d’eccellenza composte da 160 persone: da una parte il Servizio centrale operativo guidato da Renato Cortese, dall’altro le squadre mobili di Palermo e Trapani. Ma ci sono anche i carabinieri del Ros e gli investigatori del comando provinciale di Trapani.

Matteo Messina Denaro, il boss potrebbe essere in Sicilia

Il boss viaggerebbe molto e sarebbe ancora in Sicilia. Presto, dunque, si potrebbe arrivare alla sua cattura.