Matteo Renzi non ha mai nascosto la sua passione per la serie televisiva che ha spopolato in America dal titolo “House od cards” e proprio domenica sera durante la prima puntata della nuova stagione di “Che tempo che fa” è stata mostrata al premier una breve clip tratta da uno degli episodi del fortunato telefilm. Nelle scene mostrate in prima serata su Rai3 Renzi veniva paragonato al protagonista della serie, Frank Underwood, deputato democratico impegnato a vendicarsi contro il partito dopo che è stato escluso dalla carica di segretario di Stato e disposto a tutto pur di arrivare ai vertici dell’amministrazione americana. Renzi ha fin da subito preso le distanze dalla personalità di Underwood, interpretato sul piccolo schermo dalla grande maestria di Kevin Spacey, anche se lo scorso maggio il premier, durante la direzione del Pd, pronunciò la frase incriminata: “Si potrebbero alternare gli strumenti tradizionali di formazione politica con le serie tv americane. So che qualcuno si mette le mani nei capelli, ma imparare anche un racconto è importante”.

Ma la risposta dell’autore del romanzo “House of cards” non ha tardato ad arrivare. Michael Dobbs, scrittore e politico britannico, nonché capo dello staff del Partito Conservatore sotto Margaret Thatcher, una volta saputo che Renzi aveva comprato in una libreria romana una copia del suo libro ha raccontato un piccolo aneddoto in occasione dell’International Communication Summit Europe 2014. Lo scrittore afferma di aver inviato, non appena venuto a conoscenza dell’acquisto del premier in una libreria romana, una nota a Renzi in cui teneva a sottolineare: “La mia opera non è un manuale di istruzioni”. Ecco le sue parole.

Photo credit: screenshot video