“Finocchio Salvini, hai tre albanesi puntati su di te. Sarai giustiziato, sei diventato un maiale frocio cornuto”, questa la missiva indirizzata a Matteo Salvini, Ministro dell’Interno e vicepresidente del Consiglio dei Ministri, che poche ore fa ha postato una foto su Facebook. Una lettera scritta in un italiano stentato: poche parole e qualche minaccia su un foglietto di carta recapitato al Viminale, al leader della Lega, in questi giorni al centro delle polemiche per il Decreto Sicurezza.

Lui non sembra averla presa male. Queste le parole di Matteo Salvini su Facebook:

Letterina di minacce, soprattutto alla grammatica italiana, arrivata al Ministero… Si tira dritto, baci e abbracci! Sabato prossimo, 8 dicembre alle 11 a Roma in piazza del Popolo, risponderemo con i sorrisi di un mare di italiani perbene!

Diversi i commenti sotto al post. Edoardo, ad esempio, a proposito degli insulti omofobi contenuti sulla lettera scrive: “Dov’è la Boldrini a denunciare queste espressioni omofobe?”; Stefano, invece, dubita della veridicità della missiva: “Sei quasi più ridicolo tu a postare questa roba di chi l’ha scritta, sempre che sia vera”. Secondo Miriam questo significa che Salvini “sta lavorando bene” mentre per Giorgia si tratterebbe di una “lettera finta”: “Non c’è indirizzo né francobollo, cosa si fa per far pietà”.