Non è chiara la causa del decesso di Mattia Dall’Aglio, ex nuotatore nazionale di 24 anni morto ieri a causa di quello che pare un malore durante una seduta di allenamento in palestra.

A stroncare la vita del giovane Dall’Aglio potrebbe infatti non essere stato un semplice malore: la Procura di Modena ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo.

Nel registro degli indagati ci sarebbe già un sospettato ed è già stata disposta l’autopsia che verrà eseguita nella giornata di giovedì. Sebbene inizialmente si era pensato ad un malore a causare la morte prematura del giovane atleta, gli investigatori sono ora meno convinti e vogliono vederci più chiaro.

Stando alle prime ricostruzioni, sembra che il giovane Mattia sia caduto battendo forte la testa. E potrebbe quindi essere questo il motivo della sua morte e non il malore. Mattia Dall’Aglio è stato una stella del nuoto, specialità stile libero e rana. Nel 2015 partecipò con la maglia della nazionale italiana alle Universiadi di Gwangju, in Corea del Sud.