Il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini ha firmato il decreto attraverso cui sono state definite le tre materie che durante la maturità 2015 saranno affidate ai commissari esterni. Le prove scritte inizieranno il prossimo 17 giugno, quando si svolgerà la prova di italiano, simile per tutti gli istituti. Il 18 giugno si passerà alla seconda prova scritta, caratterizzante ciascun indirizzo di studio. Sia per la prima che per la seconda prova, gli studenti avranno a disposizione sei ore per completare i propri elaborati.

Le materie scelte per la seconda prova scritta dell’esame di maturità 2015 sono Latino per il Liceo Classico, Matematica per il liceo Scientifico, Economia Aziendale per gli Istituti tecnici ad indirizzo Amministrazione Finanza e Marketing, danza al Liceo Coreutico, Teoria analisi e composizione al Liceo Musicale. Per le Scienza Umane indirizzo tradizionale saranno proposte Antropologia, Pedagogia, Psicologie e Sociologia; per le Scienze Umane ad indirizzo Economico-Sociale invece Diritto ed Economia politica.

Per quanto riguarda invece il Liceo linguistico cambiano le regole per la maturità 2015: non sarà più lo studente a scegliere su quale lingua verterà la seconda prova bensì il Ministero stesso, che indica come oggetto di esame – sempre relativamente alla seconda prova scritta – la prima lingua, ossia quella che viene studiata e approfondita maggiormente. Nei Licei Artistici la seconda prova sarà diversa in base all’indirizzo di studio: a tal proposito la seconda prova potrebbe vertere su Scenografia, Design oppure sulle Discipline Pittoriche.

Per gli Istituti tecnici la seconda prova per la maturità 2015 si baserà sulla Lingua Inglese per gli indirizzi turistici; Disegno progettazione e organizzazione industriale per Meccanica, Meccatronica ed Energia; Struttura costruzione sistemi e impianti del mezzo per gli indirizzi di Trasporto e Logistica; Progettazione multimediale per gli indirizzi di Grafica e Comunicazione; Psicologia generale e applicata per Servizi socio-sanitari; Scienza e cultura dell’alimentazione per Servizi per l’enogastronomia e ospitalità alberghiera; Tecniche professionali dei servizi commerciali per gli indirizzi di Servizi commerciali e infine Tecniche di produzione e organizzazione per gli indirizzi Produzioni industriali e artigianali.

Foto: InfoPhoto