Sta per terminare l’incubo “Maturità” per i 500 mila studenti alle prese con uno degli esami più temuti della loro carriera scolastica. Dopo aver superato la prima e la seconda prova, oggi dovranno affrontare l’ultima prova scritta, il cosiddetto “quizzone”. Si tratta di un test a risposta chiusa o aperta (dipende dalle singole commissioni) che verterà su diverse materie scelte dagli insegnanti.

Maturità 2016, oggi ultima prova scritta

Gli studenti, nel corso della prima prova, hanno scritto un tema sugli argomenti proposti dal Miur e ritenuti dalla maggior parte dei ragazzi “soddisfacenti”. Da Umberto Eco alle donne al voto nel 1946. La seconda prova, invece, ha messo a dura prova gli studenti del liceo classico con la versione di greco di Isocrate e i ragazzi del liceo scientifico che hanno dovuto risolvere due problemi di matematica.

Maturità 2016, a luglio esami orali

Terminata anche la terza prova, gli studenti dovranno prepararsi agli esami orali che consistono nella presentazione di una tesina d’esame, nella correzione dei compiti e infine nelle domande che i commissari saranno liberi di fare su tutte le materie oggetto d’esame. Gli orali dovrebbero cominciare già nei prossimi giorni e dovrebbero terminare entro la seconda settimana di luglio.

Maturità 2016, rivoluzione nella scuola italiana

Ancora un ultimo sforzo per gli studenti italiani che, nei prossimi anni, potrebbero assistere ad una profonda rivoluzione del sistema scolastico. Stando alle prime indiscrezioni, i bimbi delle scuole primarie e i ragazzi delle scuole medie superiori verranno valutati con lettere A-B-C-D-E, ovvero con cinque gradi di giudizio espressi in lettere che andranno a sostituire i tanto osteggiati (ed asettici) numeri fino ad ora utilizzati e ritenuti poco educativi. La “nuova” scuola italiana vuole proporsi come un percorso di formazione completo, sempre più educativo e totalizzante. Piccoli accorgimenti che metteranno al centro della scena la cultura, l’istruzione e non più la corsa ai voti.