Succede in Sicilia, nella bellissima e calorosa Gela, dove lunedì mattina Samuele Di Natale ha sostenuto l’esame orale presso il liceo delle scienze umane “Dante Alighieri”. Samuele è un ragazzo autistico determinato, che ama la vita e che vuole superare ogni ostacolo, ogni barriera. Senza pietismi, anzi con grande tenacia, senza scoraggiarsi mai. E ce l’ha fatta anche stavolta davanti alla commissione d’esame. Ha studiato tanto, era pronto, infatti, per affrontare i commissari esterni. E alla fine è stata standing ovation.

Ragazzo autistico ha affrontato gli esami di maturità

Samuele, ragazzo autistico di 19 anni, ha frequentato con grande profitto i cinque anni di liceo a Gela. Con lui, a sostenerlo, la sua famiglia ma soprattutto i suoi amici, i suoi compagni di classe che l’hanno incoraggiato fino all’ultimo. Gli hanno fatto compagnia persino il giorno del suo orale, dell’esame più difficile della sua vita: la maturità 2016. Lunedì, quindi, è andato tutto benissimo: Samuele ha parlato del sistema solare, della molecola dell’acqua e persino della città di Londra. Samuele si è presentato all’esame con al fianco la sua insegnante di sostegno che si è detta entusiasta dei risultati del suo alunno speciale.

Samuele ha seguito un percorso particolare, differenziato, senza studiare – ad esempio – materie come Latino e Filosofia. Un ragazzo che non si è mai scoraggiato, che ha lottato fino alla fine e che continuerà a farlo. Al termine del suo orale i compagni lo hanno abbracciato ed è partito un lungo applauso. Standing ovation per il 19enne Samuele che, quasi sicuramente, otterrà il massimo dei voti dalla maturità 2016. I veri problemi, però, cominceranno adesso: uscito da scuola, cosa farà Samuele? Che futuro lo aspetta? Il padre sta già pensando di creare un’associazione, che sia attiva sul territorio, e che non si limiti a sporadici incontri settimanali. Meno parole e più fatti.

Ragazzo autistico determinato e coraggioso

Samuele nella scuola di Gela è cresciuto tanto, è stato circondato dall’affetto dei professori e dei suoi compagni di classe. Ha affrontato a testa alta gli esami di maturità ma, adesso, ad attenderlo ci sarà la prova più difficile: la vita, la quotidianità, piccoli e grandi problemi, la ricerca di un impiego, il suo futuro. Ma Samuele non si arrenderà nemmeno stavolta. E per lui è già pronta una nuova standing ovation. Complimenti Samuele!