Novartis, compagnia farmaceutica Svizzera, nei giorni scorsi è stata chiamata davanti la Corte Suprema a New Delhi nel tentativo finale di minare una norma chiave della legge Indiana sui brevetti. Secondo Medici Senza Frontiere, se la Novartis uscirà vincitrice, le ripercussioni sull’accesso a medicinali salvavita in tutti i Paesi in via di sviluppo potrebbero essere devastanti.

Secondo quanto dichiara Leena Menghaney, responsabile della Campagna di MSF per l’Accesso ai Farmaci in India: “L’attuale sistema indiano è stato concepito per impedire alle case farmaceutiche di estendere il loro monopolio sui farmaci attraverso l’ottenimento di nuovi brevetti su forme leggermente modificate di farmaci per i quali il brevetto è in scadenza” ed aggiunge “Per sei anni la Novartis ha tentato di spingere l’India a cambiare parte della propria legge sui brevetti, che, invece che i profitti aziendali, tutela l’accesso dei pazienti a medicinali a prezzo ridotto”.

La Novartis ha ingaggiato una battaglia legale contro una specifica norma della legge indiana sui brevetti. La norma stabilisce che prima di brevettare una nuova forma di un medicinale, deve essere dimostrata l’accresciuta efficacia terapeutica rispetto al farmaco già esistente. Attraverso tale norma, dal 2000 ad oggi è stato possibile abbassare i costi dei farmaci per l’HIV del 99%, in quanto è stato favorito l’inserimento dei farmaci generici anche in India.

Abbiamo avuto modo di verificare direttamente i benefici concreti apportati alla tutela della salute pubblica dalla legge indiana sui brevetti”, continua Leena Menghaney. “Grazie al rigore di questa legge sono stati respinti brevetti su versioni pediatriche e combinazioni a dose fissa di medicinali per la cura dell’HIV, formulazioni per le quali è quanto mai necessario disporre di  equivalenti generici a basso prezzo”.

Manica Balasegaram, Direttore Esecutivo della Campagna Accesso ai Farmaci di MSF, dichiara: “Poiché l’India è la farmacia dei Paesi in via di sviluppo, le conseguenze di questo caso vanno ben oltre i confini del Paese” ed aggiunge, “Le azioni legali della Novartis sono una minaccia per la salvezza di milioni di persone nei Paesi in via di sviluppo”.

Maggiori informazioni sulla campagna Novartis, portata avanti da Medici Senza Frontiere, è possibile trovarli sul sito ufficiale dedicato.