Fabrizio Pulvirenti, il medico di Emergency colpito dal virus Ebola, è ufficialmente guarito, tant’è che oggi, per la prima volta, è stato rivelato anche il suo nome. L’annuncio è stato dato oggi e lo si attendeva da quel 25 novembre, giorno in cui l’uomo è stato ricoverato all’ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma, dopo essere stato trasportato in aereo dalla Sierra Leone.

Pulvirenti dovrà ora osservare un periodo di tempo di riposo per recuperare dal tutto la condizione fisica ottimale: la malattia ha lasciato qualche strascico ma l’esserne uscito fuori gli permetterà almeno di fare ritorno presso la sua abitazione di Enna, in Sicilia.

E’ stata una degenza difficile quella del medico di Emergency colpito da Ebola: in alcuni momenti della malattia, le sue condizioni sono sembrate crollare e far temere per il peggio. Fino ad oggi, quando finalmente è stata comunicata la notizia che tutti aspettavano: Pulvirenti è riuscito a sconfiggere l’Ebola. Un risultato straordinario la sua guarigione che potrà essere d’aiuto a quanti stanno ancora lottando contro la febbre emorragica. Il suo sangue, infatti, che ora contiene gli anticorpi per distruggere il virus dell’Ebola, servirà per una raccolta di plasma da convalescente che sarà poi fatto giungere in Africa e concorrerà a salvare le vite di altri pazienti.

Tra i progetti in cantiere per Fabrizio Pulvirenti, che sarà premiato a breve con un’onorificenza insieme ad Emergency, ci sarebbe anche il ritorno in Africa, proprio in Sierra Leone, per poter concludere il lavoro che aveva iniziato con l’associazione umanitaria di Gino Strada.

(photo credit: profilo Facebook Fabrizio Pulvirenti)