Allarme sulle spiagge italiane dove già dalla prossima estate sarà possibile trovare una specie di medusa con tentacoli lunghissimi e molto velenosa. Il suo nome scientifico è Physalia physalis, ma è più conosciuta come “Caravella portoghese”, nome derivato dall’aspetto dell’individuo galleggiante, che ricorderebbe appunto una caravella a vele spiegate. La specie è composta da quattro generi di individui specializzati chiamati zooidi, collegati e fisiologicamente integrati tra loro al punto da essere reciprocamente dipendenti per la sopravvivenza. L’enorme pericolosità di questa medusa è racchiusa nei suoi tentacoli che possono arrivare a misurare anche 50 metri di lunghezza.

Ed è già allerta, i medici mettono in guardia: Oltre al classico bruciore, tipico delle meduse, questa specie può persino provocare una grave dermatite e può causare addirittura l’arresto cardiaco.

La Caravella portoghese è una specie oceanica che vive al largo, molto comune nelle fasce subtropicali e tropicali degli oceani Atlantico, Indiano e Pacifico, ma capace di sopravvivere a nord fino alle latitudini della Baia di Fundy e delle isole Ebridi. A causa dell’innalzamento delle temperature dei mari la medusa letale potrebbe però arrivare sulle coste italiane.