Billy Creepers, che il rockabilly sia con te!

Mai nome fu più azzeccato per un paio di scarpe: basta pronunciare queste parole e si viene subito travolti da quello che non fu solo un genere che fece la storia, ma da un vero e proprio stile di vita.

Ma andiamo con ordine.

Da quando fecero il loro debutto in una Londra post seconda guerra mondiale, sbarcate ai piedi dei soldati che tornavano dai campi di battaglia, le brothel creepers hanno fatto passi da gigante, conquistando le strade di tutto il mondo.

Icone di moda degli anni ’50, indossate dai Teddy Boys di ogni angolo del pianeta, scoprono oggi una nuova giovinezza, dopo essere state per anni dimenticate dai più.

Al loro fascino, che tutto può dirsi fuorché banale, non poteva resistere anche Melissa.

Il brand di calzature brasiliano propone infatti, per la sua FW 2013, la sua personale visione di queste calzature che hanno fatto la storia, dicendo però addio al cuoio e allo scamosciato che le hanno rese grandi.

Creepers in PVC quindi, declinate nei canonici total black e black&white, ma anche in un brillante rosa shocking. Non manca poi all’appello anche quel blu elettrico che già figurava tra le fila di calzature che George Cox, nell’ormai lontano 1949, volle portare sul mercato dopo aver adotto queste scarpe, che in origine altro non erano che stivali dalla suola molto rigida.

Non solo l’alta moda di Karl Lagerfeld quindi, ma anche del buon sano e vecchio rock&roll: questa è  CINE Melissa, la FW 2013 delle scarpe in PVC.