All’indomani della sconfitta alle elezioni comunali di Roma, parla Giorgia Meloni. La leader di Fratelli d’Italia appoggiata dalla Lega Nord di Matteo Salvini, per quanto visibilmente delusa, non ha perso il suo spirito battagliero e ha lanciato qualche frecciata al partito di Silvio Berlusconi.

Secondo la Meloni, la scelta di non proporre un candidato unico all’interno del centrodestra si è rivelata una mossa profondamente sbagliata. La colpa sarebbe di Forza Italia, che ha deciso di supportare prima Guido Bertolaso e poi Alfio Marchini anziché lei. Il risultato? Sia lei che quest’ultimo alla fine sono rimasti fuori dal ballottaggio.

Nel corso della conferenza stampa tenuta per commentare i risultati poco positivi delle comunali di Roma, Giorgia Meloni è passata al contrattacco: “La scelta di Forza Italia risulta ancora oggi incomprensibile. Secondo me hanno centrato l’obiettivo, ovvero aiutare il candidato di Renzi ad arrivare al ballottaggio e tenere in sella il presidente del Consiglio”.

Riguardo al futuro del centrodestra, la Meloni ha annunciato: “Adesso cambiano i rapporti nel centrodestra. Noi vogliamo guardare avanti, vogliamo ricostruire e niente sarà più come prima. Stare insieme per forza non ci interessa. Quello che abbiamo fatto qui a Roma è stato straordinario. È stato un risultato ottimo, anche perché mi viene in mente il meccanismo di Davide contro Golia”.

A proposito della campagna elettorale, Giorgia Meloni ha dichiarato: “Abbiamo lisciato il miracolo. Abbiamo combattuto fino all’ultimo voto, la campagna è stata entusiasmante e come dimostrano i dati ci ha visto batterci fino all’ultimo. Non nego che arrivare così vicino al ballottaggio e ad una possibile vittoria è un po’ come perdere ai rigori la finale della Coppa del Mondo. Un romano su cinque è andato a votare per noi. Nonostante dicessero: ‘Tanto la Meloni non ce la fa’. Nel VI Municipio arriviamo al ballottaggio. Siamo contenti. In generale siamo andati bene nelle periferie. Un dato molto bello per il tipo di campagna che abbiamo fatto”.

Quanto alla possibilità di appoggiare altri candidati al ballottaggio, la Meloni ha detto: “Non potrei mai dare indicazioni di voto per un candidato di Renzi, ma non me la sento neanche di darle per il M5S. L’idea che mi sono fatta in questa campagna è di pressappochismo. Non mi sento di mettere la mia faccia”.

A proposito del risultato del rivale Roberto Giachetti del centrosinistra, che andrà al ballottaggio contro la favorita Virginia Raggi del Movimento 5 Stelle, Giorgia Meloni ha affermato: “Mi fa sorridere sentir dire che Giachetti ha fatto un miracolo. A me non sembra un miracolo. Arrivare tre punti sopra di noi con un presidente del Consiglio che scende in campo non mi sembra un miracolo”.

Sui suoi piani futuri, la Meloni ha preannunciato: “Continuerò a lavorare per la Capitale. Complimenti a Raggi e Giachetti. Ora non faremo sconti a nessuno, ma se ci saranno buoni provvedimenti li sosterremo. E che Dio ce la mandi buona. […] Nei prossimi giorni mi occuperò anche di mia figlia”.