I casi di meningite fanno registrare un’altra vittima. Si tratta di un’insegnante di 54 anni che nella giornata di ieri era stata ricoverata presso l’Ospedale San Paolo di Milano e che alle ore 12:50 di oggi è purtroppo deceduta. La conferma sarebbe arrivata dalla stessa struttura ospedaliera: la donna sarebbe morta a causa di una forma di meningite da meningococco.

L’insegnante era giunta presso l’Ospedale San Paolo in condizioni già piuttosto critiche, tant’è che tutti gli organi vitali più importanti sarebbero già apparsi compromessi sin da subito.

A commentare la vicenda è stato soprattutto Giulio Gallera, assessore al Welfare della Regione Lombardia, che in una nota scritta a dichiarato: “Non abbiamo ancora notizia del ceppo di meningococco che ne ha causato la morte, gli esami sono ancora in corso. Confermo che la profilassi per le persone venute a contatto con la donna è già stata avviata e che verrà fatta ad ampio spettro. Siamo in attesa dei riscontro degli esperti per procedere di conseguenza a un eventuale ampliamento dei contatti da sottoporre a profilassi. Assicuro alle famiglie degli studenti che metteremo in campo tutte le azioni necessarie per garantire l’incolumità dei ragazzi. Mi preme ribadire ancora una volta che il sistema di sorveglianza regionale delle malattie infettive permette di identificare e controllare efficacemente lo sviluppo delle malattie infettive. E che per quanto riguarda il meningococco, non vi è alcuna emergenza o epidemia“.