Sospetto caso di meningite a Bari, dove questa mattina presso l’ospedale pediatrico Giovanni XIII è morta una bambina di 4 anni.

La piccola era stata inizialmente ricoverata presso l’ospedale Dimiccoli di Barletta, ma l’aggravarsi delle sue condizioni ha spinto i medici a ordinare il trasferimento.

A confermare la notizia il dott Gaetano Pittiti, dirigente medico della direzione di presidio della struttura barese: “La bambina è arrivata in condizioni critiche e in coma. In una situazione, quindi, già molto grave e dopo un paio di ore, purtroppo, è deceduta. Saranno eseguiti tutti gli esami necessari per verificare se si tratta o meno di un caso di meningite”.

Il sospetto è che la sepsi possa essere stata causata da pneumococco o meningococco, agenti patogeni ala base della meningite: solo gli esami di laboratorio, affidati dall’unita operativa di Igiene del Policlinico di Bari, potranno dare una risposta definitiva.

Nel frattempo poche ore prime era stato accertato il quarto caso di meningite nella regione: ad Acquaviva delle Fonti un uomo di 50 anni è ricoverato presso l’ospedale Miulli, ma le sue condizioni sono stabili. Nessun allarme, però, in quanto al momento i casi riscontrati rientrano nelle normali statistiche di occorrenza della malattia.

È invece corsa ai vaccini a Bari e provincia, dove in molti si sono presentati per l’inoculazione anche senza prenotazione, con allargamento conseguente di tempi d’attesa e superlavoro del personale medico.