Si sospetta che sia morto di meningite il rugbista di appena diciannove anni che è deceduto poco dopo aver accusato un malore nella giornata di giovedì scorso. Il giovane inglese si è sentito male mentre viaggiava a bordo di un autobus che stava percorrendo l’autostrada A1, bus che si è poi fermato all’altezza dell’area di servizio di Somaglia (in provincia di Lodi) per consentire che il ragazzo venisse soccorso.

Trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Lodi, il giovane rugbista è praticamente giunto in arresto cardiaco e per lui non c’è stato nulla da fare. In attesa dell’autopsia, gli inquirenti sospettano che il giovane sia morto a causa di un episodio di meningite.

A seguito di quanto accaduto, le autorità sanitaria di Milano hanno bloccato l’autobus su cui viaggiava il ragazzo inglese morto. Il mezzo è stato fermato a Bellinzona, in Svizzera. Un provvedimento che servirà a permettere che tutti gli occupanti a bordo, che sono stati a stretto contatto con il ragazzo, possano essere sottoposti a profilassi precauzionale contro la meningite, nonostante non si conoscano ancora le reali motivazioni sulla morte del diciannovenne.