Il mercato dell’auto torna a sorridere in Europa. Dati Acea (associazione costruttori europei) alla mano, nel mercato europeo Efta, a maggio 2017, le immatricolazioni sono state pari a 1.433.236, ovvero il 7,7% in più rispetto a maggio dello scorso anno.

Numeri positivi già da inizio anno: nei primi cinque mesi del 2017 sono state vendute 6.920.496 vetture, con un incremento del 5,1% rispetto ai primi cinque mesi dell’anno scorso. In testa la Germania, con un + 12,9%, davanti a Spagna +11,2%, Francia +8,9%, Italia 8,2%. A registrare un dato negativo solo la Gran Bretagna, con un -8,5%.

E le aziende singolarmente? In ottima salute l’italo-americana Fca (Fiat Chrysler Automobiles), che registra un +11,9% nelle vendite a maggio 2017 rispetto a maggio 2016 andando a superare Ford, ferma al 7%, e posizionandosi al quarto posto dietro alla tedesca Volswagen, Psa (Pegeout-Citroen) e Renault. Nello specifico di Fca, spingono forte Alfa Romeo con un +47,8% e Fiat con un + 15,6%.

Fca va forte soprattutto in Germania, Francia e Spagna, cresciuta rispettivamente del 31,6%, 18,5% e 34,9%. Resta la macchia delle accuse USA per quanto riguarda i presunti illeciti software per le emissioni diesel. Secondo le Autorità finanziarie di New York, la Fca avrebbe utilizzato un defeat device in più di cento mila automobili diesel per superare illecitamente i test di laboratorio sulle emissioni.