Sono cinque le persone arrestate nel corso delle indagini che hanno portato alla scoperta di un mercato nero di farmaci a Napoli: i carabinieri dei Nas – il Nucleo Antisofisticazione – hanno infatti eseguito vari provvedimenti di custodia cautelare diretti verso alcuni impiegati del settore farmaceutico.

L’accusa che viene rivolta ai cinque uomini è quella di associazione a delinquere finalizzata alla ricettazione e riciclaggio di farmaci provento di furto.

Al centro dell’inchiesta un giro illecito di farmaci di fascia H (con questa denominazione si indicano i farmaci ospedalieri e ad alto costo): i prodotti venivano rubati nel corso di alcuni furti, e quindi piazzati sul mercato a grossisti, depositari e farmacisti coinvolti nel traffico.

È in questo modo che sarebbe venuto a costituirsi un mercato nero in cui era possibile reperire i farmaci più costosi, e in genere utilizzati in terapie salva-vita, a un prezzo inferiore rispetto a quello stabilito dalla grande distribuzione.

Nell’inchiesta sono coinvolte anche altre 32 persone, attualmente indagate per reati analoghi. Ulteriori dettagli nel corso della conferenza stampa che si terrà presso la Procura della Repubblica di Napoli-Nord.