Grave episodio di violenza quello avvenuto la notte scorsa in una discoteca di Playa del Carmen, in Messico: un uomo è entrato nel locale con un’arma da fuoco in mano e ha iniziato a sparare tra la folla.

Sarebbero in tutto cinque le vittime, tra cui due agenti di sicurezza e tre spettatori. Uno tra questi sarebbe un cittadino italiano, come ha confermato il procuratore Miguel Angel Pech Cen. Gli altri quattro morti sarebbero invece di nazionalità colombiana e canadese. Le autorità però non hanno voluto fornire ulteriori dettagli.

Nel locale, chiamato Blue Parrot, si stava svolgendo un festival di musica elettronica, il BPM attrazione della località turistica che si trova nello stato di Quintana Roo, nello Yucatan: la manifestazione, quest’anno alla sua decima edizione, ha la durata di una settimana e vede la partecipazione di dj internazionali.

L’aggressore sarebbe riuscito a entrare nonostante i tentativi della sicurezza di impedirglielo: la polizia al momento ha fermato altre tre persone sospettate di aver aiutato l’assalitore nel suo blitz. Circa quindici i feriti nella sparatoria, causati anche dalla fuga di massa avvenuta una volta che si sono sentiti esplodere i primi colpi.

Secondo alcuni testimoni la sparatoria avrebbe avuto luogo a partire da un diverbio tra alcune persone all’interno del locale, con le guardie che avrebbero provato a separare i litiganti. La Farnesina è riuscita a identificare la vittima italiana: si tratta di Daniel Pessina, giovane cuoco di Milano.