Tragico incidente sul lavoro quello occorso poche ore fa a Messina, sulla nave traghetto Sansovino ormeggiata al porto della città. Tre operai sono morti nel corso di alcuni lavori di manutenzione della cisterna dell’imbarcazione, attraccata al molo San Raineri.

I cinque uomini coinvolti nell’incidente, stando alle prime ricostruzioni ancora piuttosto frammentarie, erano impegnati nella saldatura di un elemento della cisterna, quando all’improvviso sarebbe scoppiato un incendio, forse causato da una scintilla, che avrebbe provocato la fuoriuscita di fumi tossici. Altre fonti parlano invece di lavori di pulizia nei serbatoi del carburante.

A causa delle esalazioni gli operai sarebbero precipitati nella cisterna, per poi venire soccorsi dal 118. Uno tra i marinai sarebbero morto sulla banchina, mentre per gli altri due la fine sarebbe arrivata all’ospedale Papardo e al Policlinico.

Sul luogo sono arrivate le squadre dei vigili del fuoco e le forze dell’ordine. Altri tre lavoratori sarebbero rimasti intossicati in modo lieve e al momento si trovano sotto osservazione.

La Capitaneria di Porto si sta occupando dell’incidente, mentre la Procura ha avviato un’inchiesta per determinare le responsabilità di quanto accaduto.