Arrestato a Messina per reato di pornografia minorile un giudice in servizio alla Corte d’appello di Reggio Calabria, Gaetano Maria Amato.

Il Gip di Messina, su richiesta del procuratore Maurizio De Lucia e dell’aggiunto Giovannella Scaminaci, ha emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere. Ovviamente il giudice Amato rischia la sospensione dal suo ruolo e dallo stipendio.

Ancora non è chiaro il motivo che ha portato all’arresto del magistrato: per tutelare le vittime, minorenni, gli investigatori non hanno fornito dettagli in merito.

Amato ha 57 anni e tre figli, ha iniziato la carriera come pretore a Naso, e successivamente si è spostato al tribunale civile e infine e poi fallimentare di Messina. A Reggio Calabria si è trasferito nel 2009 dove era stato assegnato alla sezione civile e poi, da gennaio di quest’anno, è stato spostato alla sezione penale e misure di prevenzione.