È stata identificata la ragazza trovata morta sulla spiaggia di Messina. Si tratterebbe di Ilaria Boemi, una giovane messinese di 16 anni che avrebbe accusato un malore intorno all’una della notte scorsa. Il cadavere è stato ritrovato ieri nei pressi di un lido del lungomare di viale della Libertà. Il corpo è stato segnalato da un ciclista che ha immediatamente chiamato il 118, ma i sanitari giunti sul posto non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. La giovane non aveva con sé nessun documento di riconoscimento. Prima di poche ore fa le uniche informazioni che erano state messe a disposizione erano contenuti nell’identikit della ragazza: capelli corti, rasati su entrambe le tempie, indossava un paio di jeans chiari, una maglietta nera, scarpe da ginnastica scure e aveva tre piercing, uno sul labbro superiore, uno sul naso e uno sulla lingua.

Secondo le prime ricostruzioni degli uomini della squadra mobile la 16enne era in compagnia di una ragazza e di un ragazzo che si erano già dileguati quando la volante della polizia è arrivata sul posto. A dare l’allarme alcuni passanti che hanno raccontato alla polizia di aver visto la giovane insieme ai due suoi coetanei passeggiare sulla spiaggia. La polizia sta ora cercando i due ragazzi . Gli inquirenti non escludono alcuna pista. Per il momento non sono stati riscontrati segni di violenza sul cadavere e, non avendo trovato tracce di punture sulle braccia, si esclude anche l’ipotesi di un’overdose. I motivi della morte potranno essere chiariti soltanto dopo l’autopsia che sarà disposta nelle prossime ore dalla Procura di Messina. Il ciclista che ha dato l’allarme ha detto di essere stato avvicinato dai due giovani, che erano in evidente stato di agitazione.