Il meteo riserva brutte sorprese per tutti coloro che si stavano rallegrando a causa di uno degli autunni più caldi degli ultimi anni.

L’alta pressione riscontrata in questi giorni sta per subire una battuta d’arresto provocata dall’arrivo di Attila, un’invasione di aria gelida direttamente dal Polo Nord. La ventata di freddo taglierà tutta l’Europa e a partire dalla giornata di venerdì sbarcherà anche in Italia, con conseguente calo delle temperature

L’anticiclone si dirigerà verso la Spagna per poi salire addirittura fino all’Islanda, attirando così venti di grande forza. Nel Nord-Ovest del nostro Paese le correnti d’aria potrebbero raggiungere la velocità di 100 km all’ora. Sulle Alpi e poi anche sugli Appennini sono previste precipitazioni nevose a partire dai 700 metri d’altezza.

Le nevicate diventeranno più intense da domenica e si estenderanno fino alla parte mediana della catena alpinica. La temperatura su tutta la Penisola è dunque destinata a calare vistosamente, con picchi negativi anche di 15 gradi.

Piogge abbondanti cadranno  da sabato su Emilia Romagna, Triveneto, Lazio, Toscana, Umbria e Campania. Leggeri miglioramenti sono previsti al Nord da domenica, su cui splenderà un po’ di sole, mentre le precipitazioni continueranno a battere sul Sud.

Lunedì mattina invece la parte settentrionale del Paese si risveglierà stretta in una morsa di gelo, ma anche al Centro sono previste temperature di poco superiori allo zero. La situazione è poi destinata a rimanere stabile: gli entusiasti del caldo dovranno dunque addio a una stagione che si era aperta con ottime prospettive climatiche.