Il meteo in Italia non lascia scampo e il nostro Paese è sempre più stretto nella morsa del gelo, con temperature che in quasi tutta la Penisola sono scese al di sotto delle zero.

E il maltempo ha fatto già alcune vittime, tra cui un uomo di 82 anni che in provincia di Brindisi è morto nella sua abitazione, priva di riscaldamento, e il custode di una chiesa della provincia di Palermo, Antonino Macaluso, morto assiderato per strada.

In Puglia si registra la situazione più ostica, con l’emergenza gelo che sta facendo propendere il presidente della Regione Michele Emiliano per la richiesta dell’intervento dell’esercito allo scopo di sgombrare le strade dalla neve caduta in questi giorni.

Molto scuole del Paese sono rimaste chiuse nella giornata di oggi sia in Abruzzo che in Puglia: qui il provvedimento verrà esteso anche a domani, come dovrebbe avvenire in varie zone della Calabria e nella Basilicata (in particolare nelle province di Potenza e Matera, dove addirittura si pensa di arrivare a mercoledì.

Stando alle ultime previsioni del tempo le temperature rimarranno rigide almeno fino a mercoledì, con nevicate previste anche sulle pianure del Nord, dove finora il manto bianco era stato assente.

Nevicate deboli si vedranno dunque in Piemonte, Veneto e Lombardia, sino alla giornata di giovedì. Al Sud invece non si prevedono miglioramenti significativi nelle prossime ore e nei prossimi giorni, e l’emergenza rimane costante.

Preoccupa anche le situazioni di estremo disagio che stanno vivendo i cittadini dei paesi colpi dal terremoto: i vigili del fuoco stanno lavorando per la messa in sicurezza, ma  il freddo si fa sempre più pungente.