Già quest’anno la primavera si è fatta attendere. E parecchio. Ma i segnali degli ultimi giorni sembravano dirci che ormai c’eravamo. Sole, temperature in rialzo, cielo senza nuvole. Eppure, chi ha già messo via ombrello e piumino farà meglio a ripensarci perché le previsioni sono tutte contro di lui. Le prime proiezioni sperimentali di Meteolive.it, infatti, annunciano un mese di maggio instabile, senza anticiclone, con settimane più “fresche” del normale e abbondanza di precipitazioni, specie al sud. Insomma, una vigilia d’estate fredda e bagnata (foto by Infophoto). Non sarebbe certo la prima volta, ma dopo un inverno così è dura farsene una ragione. E le previsioni, pur se sul lungo termine, non sembrano darci grandi speranze, con l’immagine di un Mediterraneo vittima della bassa pressione in arrivo dal Nord Europa mentre l’alta pressione resta confinata nella zona dell’Atlantico.

Tradotto in parole semplici: giornate molto più fresche del normale, tanta pioggia nelle regioni meridionali e soprattutto nessuna ondata di caldo come quella che in questi giorni stiamo sognando. Una brutta notizia per tutti coloro che hanno già tirato fuori il costume, peggiorata se possibile dalla descrizione dell’estate che ci attende: una stagione un po’ fuori dalle regole e sottotono. A salvarsi dovrebbe essere solo il mese di luglio e neanche ovunque, visto che il Nord-Est potrebbe essere bersaglio dei temporali anche in quel periodo. Non resta, dunque, che incrociare le dita e tenere sempre un occhio agli aggiornamenti meteo.