Il meteo continua a giocare brutti scherzi alla situazione climatica dell’Italia, regalando giornate di maggio piuttosto fresche e piovose al Nord ma in compenso giornate molto calde al Sud. E se a Settentrione la primavera sembra aver lasciato spazio ad un tenue autunno, a Meridione la stessa stagione sembra aver già subito alcuni influssi estivi. Il meteo continua però ad essere essenzialmente instabile su tutta la penisola, con bruschi cambi di temperature e di condizioni atmosferiche. Quest’ultima sembra essere la sola certezza che il meteo sappia dare ormai. Un marzo pazzerello perenne, insomma.

Per quanto riguarda il tempo di questa settimana, l’Italia è attraversata ancora da una vasta depressione che ha portato maltempo soprattutto al Nord-Ovest. Questo si estenderà via via a tutto il Settentrione e marginalmente anche al Centro. Le regioni del sud e la Sardegna dovrebbero cavarsela.

Piemonte, Lombardia, Valle d’Aosta, la zona Ovest della Liguria e poi Toscana, Lazio, Umbria e Marche dovrebbero essere le regioni principalmente colpite dal maltempo e l’apice dei fenomeni piovosi dovrebbe verificarsi proprio tra mercoledì 11 e giovedì 12 maggio. Per queste regioni la Protezione Civile ha anche diramato un’allerta meteorologica poiché alcuni fenomeni potrebbero provocare dissesti idrogeologici nelle zone più a rischio.

Tutt’altra storia al Sud, dove il meteo assicura giornate asciutte e soleggiate e molto molto caldo. Quest’ultimo viene favorito soprattutto da un’ondata di aria calda proveniente dall’Africa del Nord, che in alcune zone del Meridione dovrebbe far arrivare le temperature anche a trenta gradi. Da giovedì possibili piogge e temperature più fresche su Campania, Molise e parte della Puglia. Da venerdì maltempo attenuato quasi ovunque, con residui fenomeni sparsi.