Si chiama Michael il piccolo di 4 anni che donerà il suo midollo osseo ai fratellini di 4 mesi affetti da una rara malattia. Solo lui può salvarli. L’intervento è previsto per l’8 marzo e il piccolo sembra essere pronto: “Voglio aiutarli, io non ho paura neppure del grosso ago gigante” ha detto ai media americani. A chi dice che il bimbo non ha ben compreso l’importanza dell’operazione a cui dovrà sottoporsi, risponde la madre: “Lo sa, è un ragazzino molto intelligente, è senza paura e vuole salvarli”.

È stato definito un “supereroe”, disposto a stare sotto i ferri per i suoi fratellini, affetti dalla granulomatosa cronica, una malattia che causa il malfunzionamento del sistema immunitario al punto che chi ne soffre non è in grado di combattere infezioni. Anche un solo taglio può essere fatale al punto che l’unico modo per salvarli resta quello del trapianto del midollo osseo. I gemelli hanno già cominciato una chemioterapia utile a pulire il loro sistema immunitario: resteranno in ospedale fino alla fine del mese di aprile mentre Michael potrebbe essere dimesso il giorno stesso della donazione del midollo.

Della stessa malattia è affetto anche l’altro figlio di 9 anni che ha trascorso il suo primo anno di vita in ospedale: è stato salvato dalla donazione di cellule staminali provenienti da un cordone ombelicale.