Ormai è trascorso un anno dal bruttissimo incidente che ha portato Michael Schumacher in un profondo stato di coma, ma c’è ancora speranza per una sua futura possibile guarigione. Un suo caro amico, Philippe Streiff, ha infatti spiegato che l’ex campione di Formula 1 ha ancora problemi di memoria e di capacità motoria ma ha iniziato a riconoscere i suoi familiari.

Si legge su Figaro che «Michael Schumacher non ha ancora riacquistato il potere della parola, e comunica con gli occhi. Comincia anche a riconoscere la propria famiglia, la moglie e i figli, ma ha grossi problemi con la memoria».

«Sono anche in contatto con Corinna, moglie di Michael», ha detto Streiff che spera che Schumacher recuperi la salute. «Per la memoria, forse. (…). In un ospedale, in un ambiente informale con gli infermieri che non lo conoscono, è molto difficile trovare i punti di riferimento. Questo è in parte il motivo per cui è stato portato a casa per stare in un ambiente familiare e cercare di recuperare la memoria molto più velocemente». Tuttavia, attualmente Schumi non ha quasi nessuna capacità motoria.

«Michael ha iniziato a lavorare su questo. A lungo termine, e, idealmente, potrebbe essere in grado di sperare un giorno in una passeggiata con le stampelle perché il suo midollo spinale non è stato danneggiato. Ma non possiamo dire nulla, prevedere nulla», ha concluso Philippe Streiff.

Immagine: Facebook